giovedì , aprile 26 2018
Loading...
Home / Salute / Allergie e asma: in un vaccino le “pallottole” per liberare milioni di italiani

Allergie e asma: in un vaccino le “pallottole” per liberare milioni di italiani

Loading...

Saranno in molti (circa tre milioni di italiani) a poter tirare, è proprio il caso di dirlo, un sospiro di sollievo. Gli asmatici potranno infatti presto godere di dieci nuovi farmaci che si configurano come “anticorpi monoclonali”: sono, cioè, del tutto simili agli anticorpi umani e non determinano nessuna risposta negativa del sistema immunitario. Per le allergie agli acari, invece, è in arrivo un vaccino con tanto di marchio Aifa.

Il progettoSANI(Severe Asthma Network Italy) promosso dalla Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (SIAAIC), in collaborazione con la Società Italiana di Pneumologia (Sip), fornirà un network dove i pazienti più gravi potranno essere diagnosticati al meglio e curati con una vera terapia personalizzata, con il miglior rapporto costo-beneficio: a oggi i centri aderenti sono già oltre 40 distribuiti su tutto il territorio nazionale. In queste strutture, sarà possibile individuare delle terapie “personalizzate” per sconfiggere il tipo di asma di ognuno. Gli esperti parlano di vere e proprie “pallottole d’argento” contro l’asma perché mirano a cause precise della malattia. Al via anche un progetto educazionale rivolto ai medici di base per migliorare la diagnosi precoce, il monitoraggio dei pazienti e l’aderenza alle cure.

Quanto al farmaco anti acaro, è già registrato in undici Paesi europei e in Giappone e dovrebbe arrivare in Italia entro la fine dell’anno dando così una risposta a circa un terzo della popolazione italiana (su 20 milioni di italiani che compongono la popolazione degli allergici, si stima che tra il 13 e il 21 per cento sia allergico proprio agli acari). E l’aggravante è che questo genere di allergia dura tutto l’anno. Il farmaco, che sarà somministrato in compresse andando così incontro anche alle esigenze del paziente, potrebbe essere inserito in fascia A.
Loading...

Check Also

Cane le annusa il naso: scopre di avere un cancro della pelle

Loading... La prevenzione è l’espediente numero uno per ridurre il rischio di qualsiasi tumore. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *