giovedì , dicembre 14 2017
Home / Spettacolo / Sanremo 2018, Beppe Fiorello o Claudio Baglioni come direttore artistico?

Sanremo 2018, Beppe Fiorello o Claudio Baglioni come direttore artistico?

La direzione artistica di Claudio Baglioni è la sola notizia certa del Festival di Sanremo 2018. Il cantautore romano non sarà sul palco come conduttore e stando alle voci di questi ultimi giorni il toto conduttori classico che quest’anno vedrebbe molti nomi in lizza, è stato spodestato da una modalità di conduzione alternativa. Per sopperire all’addio di Conti, garanzia per gli ascolti degli ultimi tre anni, la Rai starebbe infatti pensando ad una rosa di più conduttori, ognuno chiamato a condurre una singola serata. Tanti i nomi in lizza, tra i quali quelli di Ranieri, lo stesso Carlo Conti per la serata finale, Milly Carlucci, Fabrizio Frizzi e Lodovica Comello, ai quali si aggiunge con prepotenza, in queste ore, quello di Beppe Fiorello.

Amatissimo attore, volto emblematico della fiction di Rai1 per l’interpretazione di ruoli importanti, tra i quali quello di Domenico Modugno, Fiorello non ha mai negato di avere voglia di condurre la kermesse. In particolare, di recente si è espresso più volte in favore dell’eventualità di una conduzione in tandem col fratello, che resta il nome per il quale, in assoluto, la Rai sarebbe disposta a tutto. Non è escluso che Rosario, dopo il suo recente addio a Edicola Fiore e l’annuncio di voler tornare al varietà, possa decidere di accettare la proposta sempre aperta e condurre una delle cinque serate al fianco di suo fratello.

Una scelta di cuore che mette d’accordo intere generazioni. Claudio Baglioni, menestrello dell’amore e bandiera della musica italiana, sarà il direttore artistico del Festival di Sanremo 2018. A lui il compito di scegliere i cantanti in gara e l’onore, ma anche l’arduo compito, di costruire le cinque serate di spettacolo dopo i trionfi di Carlo Conti, tre anni gloriosi per una tripletta che ha sfiorato i picchi del 58 per cento di share, più di 12 milioni di italiani incollati al divano per la finalissima del 2017. Conti avrà pensato che, dopo aver onorato il detto “non c’è due senza tre”, può considerarsi a posto così. Meglio non cadere in tentazione e cedere il passo a qualcun altro.

Febbraio è lontano, c’è ancora chi canta Occidentali’s Karma, del vittorioso Francesco Gabbani, ma la mastodontica macchina dell’Ariston deve iniziare a carburare. E quindi, scelto il direttore artistico, toccherà darsi da fare per disegnare il volto alle serate. Un conduttore diverso per puntata, pare. E ognuno di loro capace di accattivarsi una fetta di pubblico ben distinto. Sommandoli, il risultato non potrà che essere di qualità. Dai corridoi della Rai non trapela nulla, tantomeno certezze, ma qualche nome è già nell’aria, pronto solo a essere confermato. A grande sorpresa potrebbe aver scavalcato la barricata, passando dalla gara (l’anno scorso arrivò dodicesima) alla conduzione, Lodovica Comello, l’ex voce di Disney conosciuta per la serie Tv Violetta. Ventisette anni di grinta, voce e presenza scenica che non avrebbe nulla da invidiare alle bellone internazionali viste all’Ariston.

Con la sua verve Lodovica sarebbe ideale per catturare il pubblico giovane, molto presente anche con il supporto dei social. Tra i fuoriclasse si fa il nome di Massimo Ranieri, rassicurante istrione, colonna del bel canto all’italiana, che debuttò a Sanremo nel 1968, con Da bambino, assieme ai Giganti. La consacrazione arrivò nel 1988: vinse con Perdere l’amore. E per la legge di Galateo, che vuole un uomo e una donna, un uomo e una donna, ecco che spuntano due nomi di calibro, due signore con la S maiuscola, diversissime tra loro ma entrambe plausibili: l’esuberante
Antonella Clerici, già padrona di casa nel 2010, e la pacata Milly Carlucci, che con il suo Ballando con le stelle riscuote sempre ottimi risultati.

E il secondo cavaliere del quartetto? Per un po’ si è fatto il nome di Amadeus, per nulla tramontato, e anche quello suggestivo di Mika, il cantante anglo-libanese entrato nel cuore delle famiglie italiane. Anche se oggi il più accreditato sembra essere Fabrizio Frizzi. I quattro conduttori dovrebbero riunirsi per la finalissima del sabato, magari arricchita con la sospirata esibizione del “capobanda” Claudio Baglioni. Fanta Festival per ora, ma se così fosse, Sanremo si preannuncia una bomba. Strada facendo…, per restare in clima baglioniano, scopriremo di più.

Loading...

Check Also

Paolo Fox oroscopo di oggi 9 settembre 2017: Previsioni

Oroscopo del Giorno Paolo Fox Ariete 21 Marzo-20 Aprile E’ sabato, sarete di certo in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *