Prete anti-Salvini invoca l’omicidio per il ministro “È un ladro, uccidiamolo”

La dichiarazione scioccante di Don Giorgio De Capitani su Salvini “Se è lecito uccidere chi minaccia la nostra vita, allora io ho il diritto di uccidere Salvini: infatti mi sento minacciato da lui perché ci sta rubando la democrazia”.
Don Giorgio De Capitani, il prete anti – Salvini, ha invocato l’omicidio per il ministro dell’Interno

Le frasi del sacerdote sono state estrapolate da un audio mandato in onda dalla trasmissione radiofonica La Zanzara

Salvini è un ladro, uccidiamolo. Io elogio chi uccide Salvini. Se è lecito uccidere chi minaccia la nostra vita, allora io ho il diritto di uccidere Salvini: infatti mi sento minacciato da lui perché ci sta rubando la democrazia.

I precedenti

Non è la prima volta che Don Giorgio De Capitani si lascia andare a questo tipo di sfoghi. Il sacerdote, infatti, è lo stesso che aveva invocato ictus per Silvio Berlusconi, e aveva definito i nostri soldati in Afghanistan come “mercenari, farabutti e criminali”.

Sul suo sito, Don giorgio affronta spesso temi di attualità e politica, prendendo di mira con particolare interesse Salvini e il suo partito.

Ad esempio, sul caso della 17enne svedese che aveva invocato, e ottenuto, il suicidio assistito, aveva scritto

Vorrei semplicemente chiedere: se tutti i bambini violentati dai preti (migliaia e migliaia), diventati grandicelli, decidessero di morire come Noa, che succederebbe? Io li prenderei per le loro palle, e li appenderei ad una forca! Ma non solo loro. Prenderei per le palle il papa, i cardinali, i vescovi, Mario Delpini e li appenderei ad un palo!

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *