“Non voglio avere a che fare con Barbara D’Urso e il mondo che rappresenta” Il duro attacco alla conduttrice

Selvaggia Lucarelli attacca Barbara D’Urso, conduttrice con la quale aveva già avuto diversi contrasi in passato. Intervistata da Panorama a poche ore dal debutto dell’edizione 2019 di Ballando con le stelle, la giornalista si scaglia contro la regina di Canale5 e la sua maniera di intendere la televisione: “Tra le persone con cui non voglio avere a che fare c’è Barbara d’Urso e il mondo televisivo che rappresenta, sebbene desidererei moltissimo il suo rilevatore decoder fai da te con lo share personalizzato”. Nemmeno nei confronti di Alba Parietti, dopo gli scontri a Ballando, spende parole tenere:

Passerà da una giuria televisiva a dei giudici veri: io ho chiesto un risarcimento, lei pretende una cifra ancora più alta. Vedremo come finirà.

Mai ad Amici, sarà a Ballando

Come accade ogni anno, la Lucarelli smentisce le indiscrezioni cicliche secondo le quali sarebbe in corso una trattativa volta ad annetterla alla squadra di lavoro di Maria De Filippi ad Amici, quest’anno diretto competitor di Ballando: “È una notizia che esce da diversi anni, ma non so chi la metta in giro. Non mi è stato mai offerto e non c’è mai stata alcuna trattativa”. Smentisce, inoltre, la partecipazione di Giovanni Ciacci al talent show: “Non si è mai parlato di lui in giuria, semmai come ‘portavoce’ dei social”.

Il ruolo di giurata nel talent della Carlucci

Infine, la Lucarelli torna sulle difficoltà connesse alla percezione del suo ruolo di giurata a Ballando con le stelle 2019: “La tendenza a delegittimarmi è un ritornello frequente, non solo a Ballando. Per altro solo Carolyn Smith avrebbe i titoli per giudicare: perché i giudizi di Zazzaroni o Mariotto non vengono mai messi in discussione? Colgo nel segno e per questo sono fastidiosa. Si cerca di detonare la bomba: in generale, mi vogliono togliere autorevolezza. L’autorevolezza crea timore. Penso di essere percepita come autorevole, sennò susciterei reazioni miti o, ancora peggio, indifferenza”.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *