Scoperta shock sul volo: un feto abbandonato negli scarichi del bagno

Terribile scoperta nel scorse ore su un volo di linea in partenza dall’aeroporto di Durban e diretto allo scalo aeroportuale di Johannesburg, in Sud Africa. Nello scarico di uno dei bagni del velivolo gli addetti alle pulizie hanno rinvenuto un feto senza vita completamente formato. A renderlo noto è stata la stessa compagnia aerea interessa, la FlySafair, spiegando di essere stata costretta a cancellare il volo FA 411 in partenza nella prima mattinata di venerdì per consentire le indagini. “FlySafair si rammarica di dover confermare una tragica scoperta a bordo di uno dei nostri aerei questa mattina: Il volo FA 411 che doveva partire da Durban per Johannesburg alle 06:15” si legge in un comunicato che aggiunge: “Durante gli ultimi preparativi del sistema di gestione dei rifiuti per la partenza del volo, il nostro equipaggio tecnico ha scoperto quello che sembrava essere un feto abbandonato all’interno del sistema”.

“II nostro personale ha immediatamente allertato le autorità competenti per avviare indagini e FlySafair farà tutto il possibile per assistere gli investigatori” hanno aggiunto dalla compagnia”, concludendo: “Sfortunatamente ciò ha comportato il non poter operare questo volo in quanto ai passeggeri è stato vietato di imbarcarsi sull’aereo, tutti saranno imbarcati su altri velivoli nel corso della giornata”. Del caso si sta occupando ora la polizia del KwaZulu-Natal, nell’est del Sudafrica. Il portavoce, il colonnello Thembeka Mbele, ha confermato ai media locale che quello trovato nel bagno dell’aereo all’aeroporto internazionale King Shaka dal personale delle pulizie è un feto, rivelando che era completamente formato. Secondo quanto ricostruito fino ad ora, l’aereo era atterrato a Durban giovedì sera dopo un volo da Johannesburg e doveva ripartire venerdì mattina per il tragitto inverso. Era stato parcheggiato all’aeroporto durante la notte ma al mattino, durante le pulizie, la terribile scoperta.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *