Ragazzo di 14 anni rimandato in tre materie si lancia dal quarto piano: è in fin di vita

Un ragazzo di quattordici anni lotta tra la vita e la morte, dopo essersi lanciato dal quarto piano di un palazzo dove abita con la sua famiglia nella zona di Porta Nolana a Napoli. Secondo le primissime informazioni apprese, pare che il motivo del gesto del giovane sia il fatto che sia stato rimandato in tre materie a scuola. Troppa ansia nel passare le prove forse, o il pensiero incombente di dover studiare durante l’estate, oppure il timore del giudizio degli altri, solo ipotesi: non è chiaro il perché il ragazzo abbia tentato di compiere il gesto. Secondo le informazioni apprese il padre poco prima dell’accaduto lo stava aspettando per portarlo ai corsi di recupero che avrebbe dovuto seguire durante l’estate, per recuperare accumulate nel corso dell’anno. Una giornata apparentemente come un’altra, ma che è significata momenti di terrore per i genitori del ragazzo, una volta che si sono accorti di quanto successo.

Rimandato in tre materie tenta il suicidio

A dare l’allarme sono stati i genitori, che, preoccupati delle condizioni di salute del figlio a seguito della caduta di diversi metri, che sono sembrate fin da subito molto gravi, hanno chiesto immediatamente aiuto e l’intervento urgente di un’ambulanza. Sul posto, ricevuta la telefonata d’emergenza, è arrivato il personale sanitario del 118 che ha soccorso il 14enne e lo ha trasportato con urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli. Arrivato nel pronto soccorso del nosocomio campano, il piccolo paziente è stato affidato ai medici che lo hanno sottoposto alle cure necessarie al caso. Dagli accertamenti svolti risulta che il ragazzo a seguito della caduta ha riportato diverse fratture al bacino e alle vertebre oltre a danni agli organi interni.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *