“Nostra madre sta morendo, aiutateci a riportarla a casa”: l’appello dei figli di una donna malata

“Nostra madre sta morendo a causa di un tumore che le ha preso il pancreas e si è diffuso fino al cervello. Non ci sono più cure e i dottori dicono che le mancano pochi giorni di vita. I suoi parenti e familiari sono tutti in Marocco, il nostro paese d’origine, e vorremmo trasportarla affinché riesca a salutare per l’ultima volta sua madre e tutti i suoi cari e poi essere sepolta lì”. È l’appello lanciato da Mehdi Boukhari, uno dei cinque figli di Fouzia Eddami, 48 anni, ricoverata all’ospedale di Rho (Milano) per un tumore allo stadio terminale. La famiglia ha avviato una raccolta fondi su GoFundMe per raccogliere il denaro necessario a esaudire il suo ultimo desiderio: tornare a casa un’ultima volta e riabbracciare amici e parenti.

L’appello: un aiuto per l’ultimo viaggio di nostra madre

La donna è ricoverata nel reparto di oncologia dell’ospedale rhodense, affidata alla cure dei medici coordinati dal primario Roberto Bollina. Le sue condizioni sono gravissime. “Non ci sono più cure, non è possibile più intervenire in nessun modo in quanto la malattia va sempre peggiorando”, spiega Mehdi, che ha due fratelli ancora piccoli, uno di appena sei anni.

L’unica via per realizzare la volontà della donna, spiegano i figli, sarebbe quello di organizzare un trasporto sanitario dall’Italia al Marocco. Per questo è necessario affrontare il costo di un’ambulanza che la prenda dall’ospedale di Rho e la porti fino all’aeroporto. Quindi un aereo attrezzato con l’assistenza di un oncologo e un infermiere. All’atterraggio in Marocco ci sarebbe un’ulteriore ambulanza per trasferirla in un ospedale vicino ai cari.

“Purtroppo i costi di questa procedura sono molto alti”, scrive Mehdi: circa 25 mila euro. “Io e la mia famiglia non riusciamo a sostenere tutta questa spesa in pochi giorni. Vi chiedo gentilmente di fare una donazione per la sua causa anche il minimo che si riesca”, è l’appello del giovane, che in poche ore è diventato virale ed è stato condiviso 5 mila e 500 volte, che prosegue fornendo tutte le informazioni utili per chi volesse verificare la veridicità della vicenda e conclude: “Vi prego vi chiedo aiuto affinché mia mamma riesca a morire in pace tra noi e i suoi cari”.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *