Arisa, il cambio look è ‘estremo’: “Amatemi per quella che sono”

E Arisa lo rifà. La cantante di ‘Sincerità’, che non è certo nuova a cambi look, ha deciso di modificare il suo aspetto ancora una volta e, orgogliosissima, ha mostrato il risultato sui socia. Arisa, all’anagrafe Rosalba Pippa, ha deciso di rasarsi a zero i capelli. “Sì, ho coraggio – ha scritto in alcune Instagram story nelle quali ha fatto vedere il cambio – Anche paura…ma più coraggio”.

L’artista ha quindi invitato coloro che avrebbero voluto criticarla a scavare più a fondo, senza pensare solo alla sua immagine: “Mi raso da quando avevo 22 anni, se non ti piaccio prova ad amarmi per quello che sono dentro – ha continuato – E fai così con tutte le persone che incontri. Provaci almeno”. E chissà se con questa premessa i soliti hater stavolta avranno evitato di giudicare andando oltre le apparenze.

Anche perché non molto tempo fa la stessa Arisa, criticata dagli utenti della rete, aveva rivelato i motivi dei suoi continui cambi look e il perché sceglie sempre di accorciare di molto la sua chioma: “Ecco perché non mi faccio mai crescere i capelli, quando ce li ho, me li stacco”. La cantante due volte vincitrice del Festival di Sanremo soffre di un disturbo ossessivo-compulsivo chiamato tricotillomania.

Si tratta di un disturbo che porta a strapparsi i capelli involontariamente e che è spesso causato da stress. E dunque per limitare il problema, Arisa ogni tanto opta per tagli e pettinature piuttosto radicali, cortissimi, che le consentono così di resistere meglio a quel gesto. Lo aveva confidato lei stessa in alcune Storie di Instagram, dopo aver pubblicato un sondaggio in cui chiedeva ai fan se dovesse ‘darci un taglio’ ancora una volta o lasciar crescere i capelli.

Ed è proprio per questo motivo, dunque, che Arisa, 37 anni, è tornata a rasarsi a zero. Ma ne ha anche approfittato per lanciare anche un messaggio ben preciso e mirato nei confronti di coloro che, come purtroppo accade sempre più spesso e con , sarebbero stati pronti a giudicare a priori la sua scelta.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *