Dove e come vedere Sassuolo – Juventus Tv diretta live streaming gratis No Rojadirecta

Sassuolo – Juventus IN STREAMING GRATIS: COME VEDERLA – Gli abbonati a Sky Calcio potranno guardare Sassuolo – Juventus  in diretta streaming live su pc, tablet o smartphone utilizzando una connessione ad internet grazie al servizio Sky Go.

– Gli abbonati a Premium Calcio potranno guardare Sassuolo – Juventus in diretta streaming live su pc, tablet o smartphone utilizzando una connessione ad internet grazie al servizio Premium Play.

– Su Sky Online è possibile acquistare l’evento al prezzo di 9,99 euro e guardare la partita Sassuolo – Juventus in Streaming Live su Pc, Smartphone, Smart Tv, Xbox, Playstation e tablet.

– I clienti TIM possono utilizzare l’applicazione Serie A TIM per guardare la partita Sassuolo – Juventus in diretta streaming live su smartphone o tablet Android o IOS e la sintesi della partita.

– Inoltre sono diversi i siti internet che offrono la possibilità di guardare Sassuolo – Juventus  in Streaming Gratis, come rojadirecta e livetv.sx ma prima è consigliabile verificarne la legalità nel proprio paese.

Come e dove vedere Sassuolo – Juventus  in Streaming Gratis

È il momento di stringere i denti, e non solamente quelli, ^anticipo del turno infrasettimanale ha regalato alla Juventus un Napoli arrembante come non mai, che ha certificato nel risultato la vacanza già avviata in casa Udinese: successo in tutta serenità, vantaggio sul quinto posto (quello bianconero) portato a +4 e differenza reti generale (vista la parità negli scontri diretti con gli juventini) ulteriormente incrementata a proprio favore. Ma non c’è unicamente il treno azzurro con cui dover fare i conti. La squadra di Andrea Pirio si è complicata la vita con lo 0-3 incassato domenica sera all’Allianz dal Milan, un risultato che la mette in svantaggio nei confronti dei rossoneri, cui si aggiunge identica condizione con l’Atalanta. Allora è facile capire come questa sera la Juventus non possa uscire dal Ma-pei Stadium con m distacco di sei punti da chi occupa la seconda posizione: sarebbe inevitabilmente già tagliata fuori da queste due rivali nella lotta Champions League a due giornate dalla fine. Al di là di quanto faranno le dirette concorrenti (Atalanta in casa contro il Benevento e Milan nuovamente in trasferta a Torino, sponda granata questa volta), serve una vittoria innanzitutto per se stessi, pur se l’obiettivo si presenta tutt altro che semplice.

Il Sassuolo è infatti tra le più in forma in questo momento dalla stagione. Non solo arriva da sei risultati utili consecutivi, ma delle cinque vittorie una si è materializzata in casa del Milan (il 2-1 del 21 aprile), mentre il pareggio è stato quello al Mapei Stadium contro l’Atalanta (1-1 il 2 maggio). La squadra è in fiducia, è andata a segno nelle ultime 10 partite, ha in Giacomo Raspadori il talento costruito in casa su cui puntare per il futuro e in Manuel Locateli! il pezzo pregiato da mettere sul mercato, con la Juventus tra le pretendenti nell’ottica di una rifondazione del centrocampo. Roberto De Zerbi si è confermato allenatore su cui puntare con certezza, pronto a spiccare il volo a fine anno. Anche per questo motivo la sua idea è salutare con un settimo posto che significherebbe qualificazione alla neonata Conference League, per un ritorno in Europa dopo cinque stagioni: in sette giornate gli emiliani hanno rimontato nove punti alla Roma.
Dall’altra parte c’è una Juventus ferita (nell’orgoglio e nella classifica) dalla partita contro il Milan. Una prova che, tolti gli ultimi dieci minuti alla Dacia Arena in cui la salvezza giunse da ( Cristiano Ronaldo, ha avuto una sorta di continuità con quanto proposto a Udine. Una squadra troppo brutta per essere vera e che ha il dovere di ricompattarsi in queste ultime due settimane per dare un senso a una stagione storta. Serve a Pir-lo, per convincere la critica di essere allenatore vero e non la scommessa arrischiata di Andrea Agnelli: non solo per provare a guadagnarsi la confenna per la prossima stagione, ma per recuperare alternative se non sarà più Juventus. Serve a tantissima parte della squadra, per avere ancora un futuro in bianconero oppure per dimostrare di essere carte buone da buttare sul tavolo del mercato. Serve ai tifosi per restaurare un orgoglio ammaccato e per tornare ad avere fiducia nei giocatori bianconeri.
Un destino che, curiosamente, transita sempre da Reggio Emilia. Il Mapei Stadium è stato prima il palcoscenico del primo trionfo di stagione, quello della vittoria nella Super-coppa italiana contro il Napoli il 20 gennaio. Un successo che aveva convinto molti di aver trovato la vera Juventus, illusione poi svanita nei mesi successivi. Oggi deve poi essere il luogo della ripartenza, se i bianconeri vogliono coltivare la speranza di non perdere la Champions League dopo nove partecipazioni consecutive. E il 19 maggio dovrà infine essere lo stadio in cui raccogliere una seconda soddisfazione, nel giorno della finale di Coppa Italia contro l’Atalanta. Conia speranza che, quattro giorni dopo a Bologna, ci sia ancora un posto libero nell’Europa che conta. Per questo il Sassuolo è snodo fondamentale.


Viterbocitta.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *