Leonardo DiCaprio e Roger Federer si sfidano in borsa

Due campioni, due modelli di sneakers innovativi e l’obiettivo comune di salvare il pianeta (oltre a quello ovvio di fare soldi). Roger Federer, uno dei più grandi tennisti di sempre, e l’attore premio Oscar Leonardo DiCaprio stanno per sfidarsi a Wall Street per la quotazione delle loro rispettive scarpe da ginnastica ecologiche, che valgono oltre un miliardo di dollari.

Da un paio d’anni il campione svizzero è azionista di On Running, un’azienda di Zurigo creata nel 2010 da Olivier Bernhard, asso del triathlon: secondo la stampa di settore, Federer avrebbe investito nel marchio 50 milioni di franchi (oltre 46 milioni di euro). Il fuoriclasse della racchetta ha appena compiuto 40 anni, da tempo si parla di ritiro, e il business potrebbe essere una delle prospettive per il futuro, oltre che un ambito di investimento.

L’anno scorso è stata lanciata sul mercato Roger, una sneaker bianca in pelle vegana, venduta negli Stati Uniti a 240 dollari (200 euro). Inizialmente prodotte in edizione limitata, le Roger, che sono scarpe da running, hanno conosciuto un boom durante la pandemia, quando atleti e persone comuni avevano a disposizione solo la strada per fare sport. Risultato: le bianchissime scarpe On Running hanno registrato il 200 per cento in più di vendite online.

E Federer ha contribuito a lanciarle indossandole sia durante l’ultimo Roland Garros, sia a Wimbledon, donando alla scarpa anche l’impronta del fashion. Lo sbarco in Borsa dovrebbe concretizzarsi entro l’autunno con una valorizzazione complessiva del gruppo svizzero di circa cinque miliardi di dollari. Ma a competere con Federer alla Borsa di New York c’è nientemeno che Leonardo DiCaprio, anche se non con il cinismo del personaggio che interpretava nel film di Martin Scorsese The Wolf of Wall Street (2014).

L’attore, da tempo impegnato in progetti e donazioni a favore dell’ambiente, si è fatto convincere a investire nella Allbirds di San Francisco grazie alla filosofia ecologista del fondatore del marchio, l’ex capitano della nazionale di calcio neozelandese Tim Brown, che realizza le scarpe da corsa Dasher con materiali assolutamente naturali e riciclati. Secondo Brown, infatti, l’industria della moda è, dopo quella dei combustibili fossili, quella che contribuisce maggiormente alla produzione di anidride carbonica. Fabbricare un paio di Allbirds, invece, sprigiona nell’atmosfera solo nove chili di CO2, il 30 per cento in meno della media delle calzature da ginnastica, fatte con materie plastiche sintetiche e inquinanti.

Le Dasher, al contrario, sono realizzate con fibra di eucalipto, lana merino e canna da zucchero (prodotti da fattorie biologiche sudafricane), utilizzano pet riciclato per i lacci, olio di semi di ricino per le suole e cartone di recupero per gli imballaggi. Due anni fa DiCaprio (in collaborazione con un altro divo, Will Smith), grazie alle Allbirds, aveva partecipato a una campagna per la salvaguardia della foresta amazzonica colpita dagli incendi, devolvendo cinque milioni di dollari.

Da allora le sneakers ultraleggere sono diventate un must have, non solo perché indossarle significa entrare nel novero dei virtuosi ecologisti, ma anche perché, grazie alla loro manifattura, sono leggere, pratiche, adatte per fare sport e per i più disparati outfit alla moda. In diversi colori, costano 95 dollari (80 euro). Non si vedono solo ai piedi del bel Leo, le apprezzano e le promuovono anche l’ex presidente Barack Obama e le attrici Sarah Jessica Parker e Jessica Alba.

Insomma, tra DiCaprio e Federer, che finora nulla avevano in comune, se non che il tennista avrebbe visto in Leonardo l’attore perfetto per interpretarlo sullo schermo, si sta per disputare un bel match. Ma i due non sono i soli a puntare sulle scarpe ecologiche. Le cognate duchesse Kate e Meghan sembrano andare d’accordo sul marchio di sneakers sostenibili del brand francese Veja. E la Adidas ha affidato alla stilista Stella McCartney il compito di ripensare in chiave etica la sua famosa Stan Smith. Il mondo degli investimenti dunque punta ai piedi, sperando che davvero anche il pianeta ne tragga beneficio.


Viterbocitta.it è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *