Mamma mette la figlia sul seggiolino e la butta dal 2° piano – poi esala il suo ultimo respiro

Il 30 gennaio 2017, 21 giorni dopo aver dato alla luce la piccola Keana, Shelby Carter si è resa conto che la loro casa andava in fiamme, scrive il Washington Post.

La porta era chiusa, quindi non sapeva come uscire.

Nessuno sa dopo quanto tempo si sia accorta di essere chiusa a chiave nella stanza. Secondo gli investigatori, Shelby ha agito in pochissimi secondi.

La ragazza ha rotto la finestra della camera, ha legato la bambina nel seggiolino per auto e l’ha buttata fuori dalla finestra.

Secondo gli investigatori, il fuoco si è diffuso nella camera da letto qualche secondo dopo aver compiuto questo gesto. I testimoni riportano che il fuoco è divampato velocemente fuori dalla finestra.

La 21enne è morta asfissiata nel giro di pochi minuti.

In un momento di grande panico, Shelby è riuscita a gestire una situazione impossibile in modo eroico. Ed Foglesonger, uno dei vigili del fuoco presenti il giorno dell’incidente, ha dichiarato:

“E’ incredibile che sia riuscita a prendere il controllo della situazione in un momento di panico. Anche se non è più con noi, la sua decisione è stata eroica.”

La bambina è stata portata in ospedale dove i medici hanno confermato che sta bene, presto si riprenderà.

Dopo questo evento, l’intero paese ha lanciato una colletta per la famiglia. Nel giro di due giorni, hanno raccolto più di € 10.000.

Anche se, sfortunatamente, Shelby non è più con noi, ha lasciato un segno importante nella sua comunità.

Shelby si è sacrificata per il bene della figlia.

Author: Emanuela Buzzetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *